Herpes: rimedi per evitare il contagio

Prima di parlare di rimedi per evitare il contagio dall’herpes labiale è bene conoscere qualcosa del suo meccanismo. Si tratta, infatti, di un virus molto contagioso la cui trasmissione è causata principalmente dal contatto con individui infetti. Questi però non sono sempre semplici da riconoscere dato che la maggioranza non presenta alcun sintomo visibile dell’infezione che rimane latente o presenta episodi sporadici detti recidive.

PRIMO RIMEDIO: EVITARE IL CONTATTO

Coloro che hanno contratto il virus dell’herpes sono, dunque, sempre contagiosi, anche se il potenziale di infettività aumenta quando è in corso una recidiva del virus che dà luogo alle classiche bollicine a grappolo sulla bocca o sul viso.

Il primo rimedio per evitare il contagio dall’herpes labiale è quindi quello di astenersi dal contatto con le persone infette e, in particolare, con le lesioni da herpes attraverso le mani o i baci. Il virus dell’herpes può anche essere trasmesso con lo scambio di oggetti contaminati dalle secrezioni (saliva o il liquido contenuto nelle vescicole delle labbra) di persone infette come bicchieri, rossetti o balsami per le labbra.

Tuttavia, il virus dell’herpes labiale si distingue per avere una struttura piuttosto fragile che non è in grado di sopravvivere a lungo lontano dall’ospite perciò è più probabile che gli oggetti contaminati siano effettivamente un veicolo di contagio quando passano velocemente da una persona all’altra.

SECONDO RIMEDIO: IDRATARE LA PELLE

Dal momento dell’eventuale contatto con la nostra pelle, il virus dell’herpes labiale deve superare diversi ostacoli prima di penetrare all’interno dell’organismo, infatti, la pelle è un tessuto del corpo dotato di particolari protezioni in grado di evitare gli attacchi di virus e batteri come l’herpes.

La sua struttura prevede la presenza in superficie del cosiddetto “film idrolipidico”, una sorta di pellicola invisibile ricca di efficientissime difese. Il film però non è in grado di svolgere a pieno il suo compito in caso di lesioni che intacchino la continuità della barriera. È proprio attraverso questo tipo di ferite, anche di infinitesimali dimensioni, che spesso l’herpes labiale riesce a contagiare l’organismo trovando la sua strada. Le labbra in particolare, che sono la sede più comune di comparsa dell’herpes labiale, sono una zona vulnerabile perché costituite da pelle molto delicata e più sottile del resto del corpo che deve essere oggetto di particolari attenzioni.

Come dice la parola stessa, il primo elemento del film idro-lipidico è proprio l’acqua, per questo un rimedio per evitare il contagio dal virus dell’herpes labiale è prendersi cura della pelle delle labbra facendo in modo che sia sempre ben idratata sia dall’interno, attraverso la corretta assunzione di liquidi nell’arco della giornata, che dall’esterno con l’utilizzo di prodotti specifici che aiutino a mantenere l’idratazione, specialmente quando ci si esponga a fattori ambientali disidratanti come il sole o il vento.

TERZO RIMEDIO: NON PASSARLO A SÉ STESSI

Data l’alta virulenza dell’herpes labiale, è bene prestare attenzione a non passare il virus da una zona all’altra del nostro corpo. Molte recidive, infatti, si sviluppano quando tocchiamo le nostre stesse lesioni (o il liquido che secernono) e successivamente ci tocchiamo da altre parti, come dentro e intorno al naso o sugli occhi, oppure trasportiamo il virus all’interno della bocca mordendoci le labbra.

Un altro modo per evitare il contagio di noi stessi e degli altri è quindi quello di non toccare le nostre stesse vescicole e, in caso accada per errore, lavarsi accuratamente le mani.